L’origine Italiano del giovedì di gioia: la storia della tombola

Uno dei giochi più popolari durante le festività in Italia è la Tombola, un gioco tradizionale che riunisce famiglie e amici, creando un’atmosfera di divertimento e festa. Ma quali sono i loro origine e storia? Ritorniamo ai primi giorni della Tombola per esplorare la sua nascita e il suo sviluppo nel corso del tempo.

Si ritiene che la Tombola sia nata a Napoli nel XVIII secolo, durante il regno del Re Carlo III dei Borboni. Certamente, è da questa vibrante città meridionale italiana che risale la cuculliata, l’antenata della tombola che si gioca ancora oggi in molte regioni d’Italia. Nella cuculliata, i giocatori indovinavano i numeri estratti da un sacchetto, in un modo molto simile a come si gioca la tombola odierna.

La storia narra che quando Carlo III di Borbone introdusse la lotteria nel 1734 per generare reddito extra senza dover aumentare le tasse, fu un grande successo. Tuttavia, la Chiesa non approvò e proibì il gioco durante le festività natalizie. In risposta a questo divieto, la gente di Napoli creò un gioco alternativo per continuare la loro amata tradizione dei giochi di fortuna.

Questo nuovo gioco, chiamato Tombola, divenne rapidamente una delle attività preferite durante il periodo natalizio e da allora è rimasto una tradizione per molte famiglie italiane.

tombola del giovedì
tombola del giovedì

Il nome “Tombola” deriva dal termine italiano “tombolare”, che significa “cadere”. Ciò può fare riferimento sia alla caduta dei numeri dal sacchetto durante il gioco, sia alla tradizione di rovesciare il sacchetto ogni volta che tutti i numeri sono stati annunciati, segnando la fine del gioco.

La tombola è tradizionalmente giocata alla vigilia di Natale, il giorno di Santo Stefano, il 26 dicembre e la Befana, il 6 gennaio. Durante la stagione festiva, è comune vedere famiglie intere riunite attorno alla tavola per una partita di tombola, con premi spesso in denaro o piccoli regali.

Il fascino della tombola sta nella sua semplicità. Non sono richieste abilità o strategie particolari; è solo una questione di fortuna, rendendo il gioco alla portata di tutti, dai bambini agli anziani. La partita diventa spesso una fonte di emozioni intense, con attese prolungate per quel numero mancante che può decidere il vincitore.

Al di là del divertimento e dell’intrattenimento che offre, la tombola ha anche un ruolo importante nell’unire le famiglie italiane durante le festività. È una tradizione che incoraggia la socializzazione , avvicinando generazioni e creando ricordi duraturi.

A ben guardare, la tombola ha avuto una lunga evoluzione, dalle strade di Napoli ai salotti di famiglie in ogni angolo d’Italia. Mentre la sua storia è profondamente radicata nel passato, la tombola continua a prosperare, legata indissolubilmente alla festa. La Tombola ha superato la prova del tempo grazie alla sua combinazione di semplicità, divertimento e tradizione.

In conclusione, la tombola è molto più di un gioco; è un rituale familiare, un protagonista delle festività e un simbolo dell’eredità culturale italiana. Nata da un desiderio di divertimento e di diversione dalla quotidianità, la tombola regna ancora oggi come uno dei momenti clou delle celebrazioni natalizie in Italia, unendoci tutti in una gioiosa dance di numeri, risate e ricordi.

Lascia un commento