I capelli da uomo, discutiamo di alcuni stili che esalteranno la vostra mascolinità

In questo articolo ci soffermeremo, e dunque analizzeremo nello specifico, su alcuni tagli di capelli perfetti per questo periodo invernale. Gli stili che analizzeremo, tutti da uomo, sono perfetti infatti per ogni occasione, e vi doneranno subito uno stile incredibile e super alla moda.

Nell’articolo osserverete la presenza di tagli sia corti che lunghi, in tal modo cerchiamo di accontentare quanti più lettori possibile, presentando al contempo stili anche diversi gli uni dagli altri. Ecco dunque a vi alcuni incredibili tagli tra cui optare per questo inverno 2024.

Il classico taglio rasato, o buzz cut

Ci troviamo di fronte ad un grande classico, reso famosissimo soprattutto da grandi star a livello mondiale come David Beckham. Il taglio è caratterizzato da capelli molto rasati nei lati e da un lunghezza maggiore nella zona superiore, i lati possono anche presentare sfumature, ma ciò varia in base alla volontà del singolo soggetto che opta per questo taglio.

Leggi anche: Come arredare un negozio di parrucchiere o barbiere

Esistono infatti numerosi varianti che rendono il taglio molto personalizzabile e dunque personale. Il buzz cut riesce a donare agli uomini con un viso squadrato ancora più bellezza ai lineamenti, acuendo ancora di più la loro mascolinità.

esempio di un classico buzz cut
esempio di un classico buzz cut-Pinterest.it

Mullet

Il mullet ha ottenuto consensi super positivi negli ultimi anni, e moltissimi ragazzi hanno scelto questo taglio. Si tratta di uno stile molto particolare, risulta essere un taglio medio più che lungo, ed è caratterizzato da capelli solitamente rasati nei lati e più lunghi nella parte superiore. La particolarità è che i capelli della nuca risultano essere molto lunghi, tanto da raggiungere il collo.

I capelli, anteriormente, possono invece essere sia lunghi che corti. Moltissimi ragazzi solitamente cercano di creare un contrasto con la lunghezza posteriore scegliendo di lasciare un ciuffo molto corto che non raggiunge nemmeno la fronte. Altri invece cercano un senso di continuità preferendo dei capelli più lunghi che raggiungono tranquillamente anche metà fronte.

Ragazzo con mullet di profilo
Ragazzo con mullet di profilo-Pinterest.it

Riga laterale, lo stile intramontabile

Uno stile intramontabile, che da decenni è scelto dagli uomini di tutto il mondo, è il taglio con riga laterale. Questo stile è in realtà altamente personalizzabile, la riga può essere spostata in varie zone, può essere più o meno spessa, il tutto in base alla personalità del cliente che la richiede al proprio barbiere.

Questo è uno stile che chiunque ha avuto, o almeno ha visto, durante la propria vita, presenta dei capelli solitamente rasati nei lati ed una sfumatura che riesce ad unire perfettamente la zona laterale della testa con i capelli presenti nella zona superiore della testa, che solitamente sono più lunghi. Questo taglio è solitamente facile da curare, e non richiede prodotti particolari o moltissimo tempo al mattino.

Uomo capelli sfumati con riga laterale
Uomo capelli sfumati con riga laterale-Pinterest.it

I capelli lunghi

L’ultimo stile che analizziamo è quello caratterizzato da un capello lungo tirato indietro. I capelli lunghi sono certamente più difficili da curare e più complessi anche da asciugare, necessitano, diciamolo, di molta attenzione e di molto tempo.

Ma, nonostante ciò, riescono a donare agli uomini uno stile davvero incredibile. I capelli lunghi possono essere aggiustati in tantissimi modi differenti, ma la foto di seguito ci permette di discutere di uno stile particolare. I capelli lunghi tirati indietro, come si nota sono posti anche dietro le orecchie dell’uomo, sono infatti molto in voga in questo momento e riescono ad elevare al massimo il senso di mascolinità degli uomini.

Il taglio lungo, infatti, esalta tantissimo i lineamenti del vostro viso, ciò vi renderà davvero irresistibili soprattutto con una barba curata.

Capelli lunghi uomo tirati indietro
Capelli lunghi uomo tirati indietro-Pinterest.it

Lascia un commento